Internet e bambini

Alcuni consigli per aiutare i propri figli a crescere serenamente

Internet per molte cose è sinonimo di libertà e democrazia. Moltissime voci non avrebbero la possibilità di farsi sentire se non fosse grazie a questa moderna tecnologia, che richiede solo un po' di conoscenze informatiche, un computer e un modem. Oltretutto, su Internet la propria voce è accessibile dal mondo intero, e senza censura.

Ma il rovescio della medaglia, come in tutte le cose, c'è: dalle migliaia di pagine "spazzatura" al rischio di diffondere una cattiva informazione, a quello di facilitare l'illegalità, Internet è una vera e propria mina vagante, anche perché può entrare direttamente in casa. Per questo è necessario utilizzarlo con una certa circospezione, soprattutto per i bambini e gli adolescenti. Il rischio, in particolare per loro, riguarda la possibilità di incorrere in pagine che espongono materiale sessuale o violento, di avere la possibilità di incontrare persone pericolose, di ricevere messaggi di qualsiasi tipo.

Cosa deve fare un genitore per preservare l'incolumità dei propri figli-navigatori?

  • Dite ai vostri figli di non fornire dati personali (nome, cognome, età, indirizzo, numero di telefono, nome e orari della scuola, nome degli amici), potrebbero essere utilizzati da potenziali pedofili.
  • Controllate quello che fanno i vostri figli quando sono collegati e quali sono i loro interessi.
  • Collocate il computer in una stanza di accesso comune piuttosto che nella camera dei ragazzi e cercate di usarlo qualche volta insieme ai vostri figli.
  • Non permettetegli di usare la vostra carta di credito senza il vostro permesso.
  • Controllate periodicamente il contenuto dell'hard disk del computer usato dai vostri figli, verificando la "cronologia" dei siti web visitati.
  • Cercate di stare vicino ai vostri figli quando creano profili legati ad un nickname per usare programmi di chat.
  • Insegnategli a non accettare mai di incontrarsi personalmente con chi hanno conosciuto in rete, spiegando loro che gli sconosciuti così incontrati possono essere pericolosi tanto quanto quelli in cui ci si imbatte per strada.
  • Leggete le e-mail con i vostri figli, controllando ogni allegato al messaggio.
  • Dite loro di non rispondere quando ricevono messaggi di posta elettronica di tipo volgare, offensivo o pericoloso e, allo stesso tempo, invitateli a non usare un linguaggio scurrile o inappropriato e a comportarsi correttamente.
  • Spiegate ai vostri figli che può essere pericoloso compilare moduli on line e dite loro di farlo solo dopo avervi consultato.
  • Stabilite quanto tempo i vostri figli possono passare navigando su Internet e, soprattutto, non considerate il computer un surrogato della baby-sitter.
  • Esistono particolari software, facilmente reperibili su internet, che impediscono l'accesso a siti non desiderati (violenti o pornografici per esempio). I "filtri" possono essere attivati introducendo parole-chiave o un elenco predefinito di siti da evitare. E' opportuno però verificare periodicamente che funzionino in modo corretto e tenere segreta la parola chiave.

Ci sono situazioni che possono fare insospettire un genitore. Per esempio, se il proprio figlio comincia a passare sempre più tempo online, o se il monitor diventa improvvisamente scuro quando entra nella stanza, o se il numero di materiale scaricato da Internet diventa molto grande, o ancora se si trovano cartelle nascoste in posti inusuali.

torna su

Il programma "Safer Internet"

Il programma Safer Internet si propone di promuovere l'utilizzo sicuro di internet nonché delle nuove tecnologie on-line, con particolare attenzione nei confronti dei bambini, lotta ai contenuti illegali e in generale, contenuti non desiderati dagli utenti, in un approccio di collaborazione coordinato dall'Unione Europea. All'interno di questo programma e in linea con la Commissione Europea, dal 2004 Adiconsum e Save the Children promuovono in Italia EASY, una campagna di promozione e monitoraggio per un approccio responsabile e sicuro a Internet e la telefonia mobile tra i giovani e i giovanissimi.
Dal 1 Gennaio 2007, EASY è diventato il principale centro con i seguenti obiettivi:

  • promuovere un uso responsabile e sicuro dei nuovi media da parte di bambini e adolescenti
  • promuovere una cultura basata sul rispetto del bambino tramite le più diffuse tecnologie, in accordo con le Convenzioni delle Nazioni Unite sui Diritti dei Bambini

>> http://www.savethechildren.it/