Letteratour

www.letteratour.it ARTICOLO

Isabel Allende
La città delle bestie

di Antonella Benvegnù

Nella categoria: HOME | Recensioni

 

Alex ha quindici anni e vive in California: è un ragazzo come tanti, va a scuola, suona il flauto e ama scalare le montagne. All'improvviso la madre si ammala gravemente e la famiglia deve riorganizzarsi: Alex viene affidato alla nonna Kate, famosa giornalista sempre in giro per il mondo, ora in partenza per l'Amazzonia, alla ricerca di una creatura eccezionale avvistata nella foresta, una bestia di dimensioni mostruose e dai micidiali poteri che semina il terrore. I componenti della spedizione sono tutti personaggi fuori del comune. C'è il severo professor Leblanc, l'affascinante dottoressa Torres, il taciturno fotografo inglese Timothy Bruce e il suo assistente messicano Gonzalez. Ci sono César, la guida brasiliana, e sua figlia Nadia, che ha tredici anni, conosce molto bene le insidie della foresta e anche i trucchi per cavarsela, capisce gli indios, parla in una strana lingua con lo sciamano Walimai, sa comunicare con gli animali. Alex, invece, deve imparare a sopravvivere in una natura sconosciuta, immensa e insidiosa. Presto i due ragazzi, diventati amici inseparabili, sono costretti a porsi interrogativi sempre più inquietanti. Chi vuole sterminare gli indios? Qual è il mistero dell'acqua della vita e delle uova di cristallo? Chi è davvero la Bestia? Uccide per crudeltà o sta tentando di difendere qualcuno? E dove vive il Popolo della Nebbia? La ricerca delle risposte porterà Alex e Nadia ad affrontare prove durissime: riusciranno a superarle?

Con La città delle bestie Isabel Allende, autrice di celebri romanzi tra i quali La casa degli spiriti, D’amore e d’ombra ed Eva Luna, racconta una storia meravigliosa ricostruendo un mondo magico e incantevole che coinvolge anche i lettori più giovani in un’avventura fantastica nella misteriosa Amazzonia. Una spedizione dell’”International Geographic” costituita dall’intraprendente giornalista sessantenne Kate Cold, due fotografi inglesi e il professore Ludovic Leblanc, luminare dell’antropologia, si reca nella foresta amazzonica sulle tracce di una straordinaria Bestia dai micidiali poteri. Con la giornalista viaggia il nipote Alexander Cold, quindicenne californiano affidato alla nonna paterna per il grave cancro che ha colpito la madre Lisa. Inoltre alla spedizione, guidata da César Santos e la figlia Nadia, si aggiungono la dottoressa Torres, indios di origine e desiderosa di impedire lo sterminio del suo popolo grazie alle vaccinazioni contro le malattie dei bianchi, l’imprenditore di dubbia onestà Cairas, due indios, Karakawe e Maturawe, e alcuni soldati. Protagonista indiscusso è il fantastico mondo naturale in cui i personaggi vivranno incredibili avventure destinate a mutare la sorte dei vari esseri in particolare quella dei due ragazzi al punto che il romanzo può considerarsi una sorta di buildingroman soprattutto per Alex:

“Ad Alex sembrava incredibile che in pochi giorni la sua vita fosse cambiata in maniera così radicale; come gli aveva preannunciato la nonna, improvvisamente si trovava in un posto fantastico nel quale gli spiriti andavano a zonzo tra le persone in carne e ossa. La realtà si era deformata e lui non sapeva cosa pensare.”(p. 59)

Il ragazzo, timido studente, insicuro delle proprie capacità, innamorato della bella Cecilia Burns che non lo prende nemmeno in considerazione, ama scalare le montagne, come suo padre John, e suonare il flauto, come il nonno paterno Joseph; eppure proprio come il profetico nome, voluto per lui dalla vulcanica Kate, Alexander diventerà un guerriero contro le ingiustizie, un Giaguaro –suo animale totemico- abile e saggio disposto a lottare per salvare gli indifesi dai soprusi dell’egoismo occidentale. Nel corso del romanzo Alex impara a non cedere ingenuamente alle lusinghe altrui, conosce se stesso, affronta prove di difficoltà inimmaginabile acquisendo fiducia in sé: si adatta alla natura apparentemente impenetrabile, ha un contatto rivelatore con un giaguaro, incontra la Bestia, supera un rito iniziatico presso una popolazione indios, viene insignito di una missione determinante, entra nella misteriosa Città delle Bestie e affronta la prova decisiva… il suo viaggio al centro della Natura è simbolo del viaggio che compie nella propria interiorità aggrovigliata di incertezze, senso di inadeguatezza e paura. E’ con il coraggio trasmesso dal Popolo della Nebbia e dall’inseparabile amica Nadia,

“ragazzina color di miele chiamata Aquila” (p. 140), “né india né straniera, né donna né spirito”(p. 71)

con cui condivide i sogni, che Alex realizzerà il guerriero che gli è dentro.

“Prima non credeva nel destino, gli sembrava un concetto fatalista, pensava che ognuno fosse libero di costruirsi la propria vita come meglio credeva e lui era ben determinato a giocarsi bene la sua, voleva avere successo ed essere felice. Adesso tutto ciò gli sembrava assurdo. Non poteva più contare solo sulla ragione, ora era entrato nel territorio incerto dei sogni, dell’intuizione e della magia. Il destino esisteva e a volte era necessario buttarsi nell’avventura ed improvvisare qualcosa per uscirne vincitore, come aveva fatto a quattro anni, quando la nonna lo aveva gettato in acqua e lui aveva dovuto imparare a nuotare. Non restava che immergersi nei misteri che lo circondavano.” (p. 152)

Magie, sciamani, millenarie Bestie dai poteri indicibili, flora e fauna rigogliosa e caleidoscopica, pozioni magiche, erbe velenose e medicamentose avvolgono i bianchi occidentali razionali, disadattati alla natura, avidi di terre e preziosi, incapaci di sentirsi parte del meraviglioso, insoddisfatti e infelici:

“I nahab sono come morti, l’anima è fuggita dal loro petto… non sanno niente di niente…ovunque vadano si lasciano dietro immondizia e veleno, anche nell’acqua… sono così folli da volersi portare via le pietre della terra, la sabbia dei fiumi e gli alberi della foresta…”(p. 136).

Il primo romanzo di una trilogia pensata per le nuove generazioni appassiona comunque i lettori affascinati dalle saghe familiari narrate dalla Allende in un viaggio che conduce nel cuore palpitante della natura alla ricerca di risposte ancestrali.

torna su


Iscriviti alla Newsletter
Leggi le nostre Politiche sulla Privacy








Leggi anche:


Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina



I nostri blogger


Rosario Frasca
VAI AL BLOG

Elio Ria
VAI AL BLOG

Anna Stella Scerbo
VAI AL BLOG

Rosella Rapa
VAI AL BLOG



www.letteratour.it