Letteratour
www.letteratour.it
ARTICOLO

Donatella Isidori, Donne, vi racconto

di Paola Rossi Balella

Nella categoria: HOME | Recensioni

Titolo: Donne, vi racconto
Autore: Donatella Isidori
F.to: 14X21
Pagine: 112
Prezzo: € 12,00
Editore: Jar Edizioni
Collana: The Bell of Jar
Anno d’edizione: Novembre 2007

“Ho raccontato di donne, ho raccontato di me.
Ho cercato di cogliere qualche essenza sfuggita
alla loro interiorità.
Alcuni uomini ascoltano il mutevole susseguirsi
delle emozioni. E si amano.”

...un titolo che significa già da solo molte cose. Donne, vi racconto una storia, delle storie: venite qui intorno a me, e ascoltate. Ma anche: donne, io racconto di voi, fate crocchio qui con me e state a sentire, anzi, parlate insieme a me e inanelliamo storie, le nostre, sempre la stessa storia, ma sempre così diversa che sempre ci crediamo, sempre ascoltiamo in attesa di sapere come andrà a finire. E perché no: donne, mi racconto? E mi racconto a voi, perché tra di noi ci si capisce, si intuisce anche il non detto, e parlano più gli sguardi e i gesti ...quelli che gli uomini non colgono, di cui non si accorgono, e che neppure vogliamo spiegare. Ecco, così sono le donne di Donatella Isidori, così consapevoli degli odori, del vento, dei colori che le avvolgono: questo è un tratto saliente della scrittura dell’autrice, questa attenzione minima ed essenziale ai dati esterni, ai movimenti impercettibili della natura - un’altra protagonista al femminile di questa raccolta - e soprattutto ai rapidi gesti o sguardi che hanno la capacità di fermare e di riassumere un carattere, uno stato d’animo. Così le donne di Donatella vivono e si intridono tutte di questa essenza molto femminile che le ‘ferma’ in una collana di perle, o in un vestito, o in un ondeggiare dei capelli: come Dora Markus vive nella matita per le labbra o in un piccolo talismano, un topolino, tanto più significativo di mille parole.
Gli sfondi, le ‘locazioni’ dei racconti sono parte integrante delle storie stesse, come numi del luogo che in qualche modo determinano gli eventi, con tutto il loro apporto evocativo, spesso proveniente dal passato: perché noi siamo ciò che i secoli ci hanno preparati ad essere, e le donne un poco di più: creature lunari, non a caso, così vicine alla natura da esserne, inconsapevolmente o no, determinate, a volte consolate, capite. Una fitta rete di sinestesie accompagna infatti i momenti più intensi, più ricchi di intersezioni: passato e presente si fondono spesso proprio grazie o attraverso dati esterni: il mare, un profumo, un colore del cielo. La (recuperata, rispetto al primo libro dell’autrice) narratività dà spazio anche a pagine di poesia, che fanno da sottolineatura lirica alle emozioni in gioco, con il loro portato sottile di sensazioni molto spesso fisiche, di una fisicità che privilegia la via dei sensi per farsi spazio verso l’introspezione.
Le pagine bianche lasciate tra le parti prevedono e sollecitano il nostro contributo di lettori, di lettrici: possiamo farne un work in progress. Almeno, proviamoci.
Nota: io ho già fatto un ‘esperimento’ con questo libro, involontario, ma io credo fermamente nella assoluta necessità di ciò che ci sembra casuale. Ho ‘perso’ una copia del libro di Donatella , e non l’ho ritrovata, nonostante abbia rifatto il percorso. Io credo che il libro si sia fatto ‘perdere’ per andare in giro a suo piacere, per farsi trovare da altri, per mettere in movimento un circolo virtuoso. Conoscete il ’movimento‘ di lettori che ‘lasciano’ libri sui treni, al supermercato, sulle panchine per incentivare il passa-mano della lettura? Io spero che ‘Donne, vi racconto’ sia entrato in questo circuito; chi ne avesse notizia, lo dica, ma lo lasci accuratamente in giro per il mondo: è il suo destino!

Donatella Isidori è nata e vive a Ravenna. Si è laureata in Biologia e, dopo aver abbandonato le illusioni di ricercatrice, ha intrapreso la strada dell’insegnamento.
Interessata agli aspetti curativi della persona si laurea in Farmacia. Viaggia attratta dai richiami di Paesi, soprattutto del Terzo mondo. Dal 2001 si dedica alla scrittura di racconti e saggi scientifici, ha collaborato con l’autore e
conduttore televisivo Stas’ Gawronski, che l’ha tenuta a battesimo nel suo esordio come scrittrice nel 2006. (Potrebbe Bastare..., Giraldi Editore)

torna su


Iscriviti alla Newsletter
Leggi le nostre Politiche sulla Privacy








Leggi anche:


Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina


www.letteratour.it