Il Blog di Anna Lattanzi

Il calamaio rosa: il ruolo della donna nella letteratura

Emma di Jane Austen

Jun 032019

"Sto per descrivere un'eroina che non potrà piacere a nessuno, fuorché a me stessa".

Così diceva di Emma, la protagonista di uno dei suoi più famosi romanzi, la celebre Jane Austen.

undefined

Emma Woodhouse è un personaggio davvero particolare e completamente differente dalle altre protagoniste femminili che animano le opere di Jane Austen. Emma è viziata, è benestante, pecca di intromissione, gelosia e manipolazione. Non si è mai innamorata e non le interessa nemmeno, ma diventa quasi una sensale che si entusiasma per le unioni che vorrebbe combinare, ma contemporaneamente ne ostacola la riuscita. Tutte queste caratteristiche, che possono in qualche modo suscitare il disprezzo del lettore, in realtà sono i suoi punti di forza e il contenitore del suo fascino. Emma è una giovane donna dalla forte personalità, gentile per davvero o per convenienza, un personaggio estremamente complesso, che ha reso questo romanzo uno dei più belli e dei più letti della letteratura mondiale. Emma è il romanzo della Austen che si stacca dalla sua magnifica produzione letteraria. La protagonista è, infatti, benestante e pertanto non ha necessità di sposarsi per avere una stabilità economica, a differenza delle altre figure femminili create dalla scrittrice, che inevitabilmente portano il matrimonio a essere il fulcro di ogni storia. Inoltre Emma, a differenze della altre donne della Austen, non è affatto attratta dall’amore e dai sentimenti. undefined

La lettura è piacevole, anche se a tratti lenta e il filo conduttore non è affatto la comicità, come molti pensano, bensì l’ironia, le incomprensioni, le complicazioni e i pettegolezzi. Una chiave di lettura plausibile è quella che rivela una critica piuttosto sarcastica nei confronti della società di quei tempi, dominata unicamente dall’apparenza. Quello che accomuna Emma a tutte le opere della Austen, è la bellezza con cui la storia viene raccontata. Non è tanto importante quello che accade, quanto come viene narrato e Jane Austen ha sempre creato libri scritti bene. È importante ricordare che la scrittrice britannica, ha l’animo fortemente femminista e attraverso Emma ha voluto creare un mito letterario, sia con la storia, che con il personaggio, un audace tentativo riuscito pienamente. Con questo personaggio, la Austen rompe gli schemi, creando una autentica anti-eroina, a cui la scrittrice concede la possibilità di essere amata o odiata. Per chi avesse voglia di saperne di più segue la trama.

undefined

                                                     La Trama

Inghilterra della reggenza. Emma è una ragazza, che vive con suo padre, Mr. Woodhouse, un uomo ansioso e ipocondriaco, preoccupato prevalentemente della propria salute e di quella delle persone che ama. Mr Knightley è un amico di Emma, suo vicino e fratello maggiore del marito di sua sorella sorella Isabella. La prima scena del romanzo, narra del matrimonio della signorina Taylor, governante di Emma, ma anche sua cara amica e confidente. Emma, ha fatto incontrare i due sposi e per questo si prende tutti i meriti di questa fortunata unione, con l'idea di combinare quanto prima un altro matrimonio. Convinta della sua naturale propensione a combinare unioni, la giovane donna, nonostante il parere contrario di suo padre, tenta di far maritare la sua nuova amica, Harriet Smith - una ragazza dolce e carina di diciassette anni - con Mr Elton, il vicario del villaggio. Harriet, in realtà, ha già ricevuto una proposta di matrimonio da Mr Martin, un agricoltore giovane e onorabile, pertanto per poter sposare il vicario, dovrebbe rifiutare l'offerta di Martin. Il piano della giovane Emma salta, quando si rende conto che Mr Elton, essendo un arrampicatore sociale, vuole sposare Ema e non Harriet, di ben più umili origini. Emma però non ha alcuna intenzione di accettare e di fronte al suo rifiuto, il vicario parte per Bath. Harriet ci rimane molto male, ma la sua amica cerca di consolarla, dicendole che Mr Elton non merita nessuna delle due, in quanto presuntuoso e arrogante. Arriva a Highbury Frank Churchill, il figliastro della signora Weston, che Emma non ha mai conosciuto e per il quale inizia a provare interesse, in qualche modo sollecitato da genitori del ragazzo che sperano nella loro unione. Nel frattempo torna al villaggio anche Mr Elton, che si presenta in compagnia della moglie, una donna di immensa presunzione, che desidera a tutti i costi entrare a far parte della cerchia sociale di Emma.undefined

Fa ritorno al villaggio anche anche Jane Fairfax, la nipote di Miss Bates, una ragazza bella e riservata. Jane, ha un grande talento musicale, che Emma le invidia e per questo prova quasi risentimento nei confronti di questa giovane donna, scambiando la sua innata riservatezza per profonda superbia. Jane, dopo aver vissuto i primi nove anni di vita con la zia Miss Bates e con la nonna, viene accolta in casa dal colonnello Campbell, dove riceve una buona educazione, cosa che sua zia non avrebbe potuto permettersi di offrirle e diventa molto amica della figlia del colonnello. In seguito al matrimonio della ragazza con cui è cresciuta, Jane torna temporaneamente a casa di sua zia, per riposare, prima di cercare lavoro come istitutrice. Emma deve assolutamente trovare qualcosa che non va nella perfetta Jane e decide così di dare credito alla voce che mette in giro Frank Churchill, secondo il quale la giovane musicista sarebbe innamorata del marito della figlia del colonnello, Mr Dixon, e che questa sia la vera ragione per cui la donna è tornata da sua zia, anziché andare a trovare la coppia in Irlanda. Un sospetto amplificato, quando Jane riceve in regalo un pianoforte da un anonimo benefattore.undefined

Emma inizialmente prova simpatia per Frank Churchill e crede anche di essersene innamorata, ma subito dopo capisce che la sua è solo un’idea influenzata da chi dice che insieme sono proprio una bella coppia. Pertanto la ragazza si impegna a far sì che Frank si fidanzi con Harriet, che lui stesso ha provveduto a salvare da una compagnia di zingari. Contemporaneamente Mrs Weston confida ad Emma di avere la sensazione che Mr Knightley sia innamorato di Jane. Emma non ci crede e dichiara immediatamente che non vuole che Mr Knightley si sposi, perché così sarebbe il nipotino Henry ad ereditare beni della famiglia Knightley. Quando Mr Knightley, durante la gita a Box Hill rimprovera Emma per un insulto sconveniente a Miss Bates, Emma inizia a rendersi conto di alcuni errori commessi finora e cerca di porre rimedio a quanto fatto. Emma scopre che Jane e Frank sono segretamente fidanzati da almeno un anno, cosa che la sconvolge, pensando a quanto Harriet potrebbe soffrire di fronte a questa verità. Quello che ha più dell’incredibile per Emma è la confidenza che le fa Harriet, in merito ai suoi sentimenti ed è qui che la giovane protagonista decide di ascoltarsi e si scopre innamorata di Mr Knightley. Poco dopo questi accadimenti e dopo aver almeno temporaneamente allontanato Harriet, Emma riceve la proposta di matrimonio da parte di Mr Knightley, Harriet, invece, allontanatasi da Emma e dai progetti matrimoniali che ha per lei, si riconcilia con Mr Martin e ne accetta la proposta di matrimonio. Il romanzo si conclude col matrimonio di Emma, che segue a quello di Harriet e precede quello di Jane e Frank.

Atom

Powered by Nibbleblog per Letteratour.it