Il blog di Rosella Rapa

Tourismi letterari

L' Araba Fenice

May 142018

undefined

Vento, Pioggia, Neve…

Voglio volare nel vento d’inverno,
Perdermi tra le brezze del Nord,
Ma dovrete portarmi lontano:
Questo paese è troppo vicino al deserto,
al Caldo, all’Arsura. Figli del Sole.

Io sono una Strega, e come tale voglio morire.

Consumata dal calore, sì, ma del Fuoco
Ed affidata alla mutevole Aria
Perché mi porti in una fertile Terra,
Bagnata da fresca Acqua,
Dove il mio seme possa germogliare ancora.

Perché da ogni Strega nasce un rosso fiore .

Ma i fiori non sono tutti uguali:
Veleno per chi mi credeva uccisa,
Profumo per chi ardentemente ha amato.
Attenta, Bambina, quella bellezza
È intrisa di veleno, è un pericolo per te.

Io sono una Strega, e come tale voglio morire.

Riposare tra le fresche acque di un Lago,
Ombreggiato da alte Montagne,
Vedere una notte piena di Stelle,
Cercarvi le mie antiche sorelle,
Ma non ascoltare il loro richiamo.

Così, rinascerò ancora.

undefined

Rosella

 

Atom

Powered by Nibbleblog per Letteratour.it