Il Blog di Rosario Frasca

Le opinioni di un Clown, ovvero: Il mito di Er

L'opera poetica: segno, suono e colore

Mar 202018

La città promessa

(di Giulia Michelini)



In questo impervio
sentiero della vita
dove si disperde l'eco
di un'amara tristezza,
l'unica meraviglia
che può risvegliarmi
è quella dell'arte.

 undefined


Nulla è più guaritore
del suono melodioso
di una poesia,
del tintinnio
di uno shamisen,
della completa sordità
di uno spartito bagnato.

 


Lontana è la città.

Avvolta ancora
in un assordante silenzio.

 


Sul tronco dell'antico villaggioundefined
vi è,
tra le sue cicatrici,
la cura dettata
da un'antica leggenda.


Ondeggia il ramo
e d'impeto
altrove mi porta
quest'irrazionale animo.

 

Attraverso il segno,
il suono
e il colore
trovo una parte
di ciò
che tu arte
hai lasciato.

 



 

E verso te conduco
oh dolce meraviglia
questo mio folle pensiero:

 

 undefined

 

 
che tra l'eco disperso,
lo spartito bagnato
e l'assordante silenzio
tu possa liberare
il mio inferriato animo
da questo pumbleo, irragionevole sonno.

 

undefined 

 
Giulia Michelini

Atom

Powered by Nibbleblog per Letteratour.it