Speciale bambini
  Con la gentilissima collaborazione dell'ins. Lucia Cordaro e della sua classe elementare (Pisa, scuola Oberdan)
   
Ti trovi in: HOME | letteratura in classe

Alla scoperta della fiaba:Analisi della fiaba
 

Sulla base della lettura di un testo tradizionale russo, La montagna di cristallo, gli alunni e l'insegnante hanno individuato alcuni tratti peculiari della fiaba.

• GENERE

La fiaba è un genere letterario simile alla favola. Entrambi sono racconti fantastici, e che hanno origine popolare e orale. Ma altre caratteristiche li differenziano. Ad esempio, la fiaba non ha uno scopo educativo (la cosiddetta morale). Altre differenze riguardano i personaggi.

• PERSONAGGI

Sono sempre presenti un protagonista, un antagonista e un aiutante. Diversamente dalla favola, essi non sono animali, ma esseri umani o soprannaturali come streghe, orchi, fate, gnomi. Il protagonista è sempre l'eroe coraggioso che è destinato a superare delle difficoltà: è il personaggio positivo. La figura dell'antagonista, al contrario, assume tutti i connotati opposti. In questo senso, può essere rappresentato da un semplice personaggio oppure rappresentare metaforicamente un tratto caratteriale negativo (ad es. come formula magica, come sentimento, come oggetti magici). L'aiutante in genere si caratterizzano per un elemento magico e svolge una funzione ben precisa: tra il protagonista che deve arrivare ad uno scopo, e l'antagonista che cerca di impedirglielo, esso costituisce il motivo scatenante una "svolta".

• STRUTTURA NARRATIVA

Tutta la narrazione della fiaba si compone di "momenti" modulari. L'incipit è dato dalla "sfida" (la prova da superare), la quale può essere seguita da un numero imprecisato e infinito di ulteriori prove. Ognuna di essa si risolve attraverso l'intervento dell'aiutante, che sblocca la situazione nella storia e nella sequenzialità narrativa. Questa tipica "modularità" è il motivo principale che ha spinto i formalisti russi, e Propp prima di ogni altro, a individuarne le costanti narrative, tematiche e formali. Il finale della fiaba rappresenta un momento conclusivo al quale si giunge attraverso un ribaltamento totale della situazione iniziale. L'insieme delle prove da superare portano i personaggi a cambiare il proprio punto di vista. La conseguenza di questo cambiamento si risolve quasi sempre in un lieto fine.

>> per leggere la fiaba <<

>> inventa una fiaba <<

Diritti dei bambini:
Uno spazio di informazione e riflessione sui problemi che i bambini possono incontrare nel mondo degli adulti. Perché l'indifferenza verso il mondo infantile può derivare solo da una società senza cultura e senza amore. Perché, come diceva Sartre, una realtà esiste nelle coscienze solo se se ne parla.