Letteratour

www.letteratour.it ARTICOLO

Pillole di Fantascienza

di Rosella Rapa

Nella categoria: HOME | Articoli critici

 

Rosella ripercorre per noi i classici - e meno classici - della Fantascienza.

Un viaggio in cui (ri)scopriamo una letteratura che sembra a volte di nicchia, a volte solo per ragazzi, ma che in realtà fa parte del nostro immaginario e che, spesso, ci offre scenari e riflessioni profondissimi e attuali. Il tutto condito da una verve anche un po' divertente che rende questo viaggio, già di per sé affascinante, anche più godibile. Buona lettura.

 

  1. Introduzione
  2. Nel XIX secolo il Fantasy viene abbattuto dal Positivismo, dalle scoperte scientifiche e dal progresso tecnologico, che trasformerà ogni cosa, iniziando quella "civiltà industriale" che all'inizio sarà ben poco civile, ma indurrà molte speranze in un futuro migliore per tutti. Ecco che nasce, quindi, la Fanta–Scienza, una proiezione delle aspettative scientifiche più avanzate

  3. L'Uomo Invisibile, di Herbert George Wells
  4. Credo che quasi tutti, giovani e meno giovani, conoscano l’uomo invisibile, la donna invisibile, e tutti i loro discendenti, travasati dal cinema ai fumetti e viceversa. Forse, tuttavia, non sanno che la loro origine è qui, in un romanzo del XIX secolo, scritto nel lontano 1881 ma pubblicato nel 1897. Ed è FANTASCIENZA. Fantascienza pura e reale.

  5. DRACULA, di Bram Stoker
  6. Questa poi! Il Vampiro, il re del Gothic-Horror, il sanguinario mostro-pipistrello, in mezzo alla (poco) scientifica Fantascienza? Ebbene sì, e si tratta di un libro STRAORDINARIO.

  7. IL VAMPIRO, di J.W.Polidori
  8. Di valore letterario scarso, o nullo, l'opera estemporanea dello sconosciuto anglo-italiano John William Polidori, medico personale di Lord Byron, fu pubblicato proprio perchè ritenuto opera del geniale ed esaltato poeta, quindi uno scritto vendibile. Allora come oggi, l'esordiente aveva poca fortuna. Ma, cosa ci resta di uno scritto che ai suoi tempi avrebbe dovuto far paura, e oggi fa soltanto sorridere? Ci rimane un indubbio valore storico, testimonianza di un periodo controverso e di un momento letterario innovativo.

  9. Frankenstein, di Mary Wollstronecraft-Godwin
  10. Fratello gemello del Vampiro, nato nella stessa notte dalla stessa scommessa, e come lui destinato a gloria imperitura. Creatura sgraziata, mostruosa, terrificante, protagonista di decine di film Horror, è in realtà "Il trionfo della scienza sulla natura". Insomma, il primo figlio, universalmente riconosciuto, della vera Fanta-Scienza.

  11. Frankenstein Returns
  12. Il mito di Prometeo ritorna, senza cadaveri questa volta, ma con microcircuiti e metalli nobili. Ebbene, che dire? La scienza non fa più paura, è diventata nostra amica.

  13. 1984, di Orwell
  14. Può un titolo azzeccato decretare il successo mondiale ed imperituro, per un libro ed il suo autore? Osservando 1984 oserei affermare di sì. Il libro, infatti, è aspro, duro, difficile, senza misericordia alcuna per il lettore, senza entusiasmi o rombanti colpi di scena. Un libro attualissimo, senza tempo; un libro che tutti dovrebbero leggere e che, forse, per intero non sarà capito mai. Molto semplicemente, un Capolavoro.

  15. Un Mondo Nuovo, di Aldous Huxley
  16. In un futuro molto lontano da noi, l’umanità ha finalmente trovato pace e sicurezza, grazie alla manipolazione degli embrioni, e all’uso istituzionale di droghe. Poca inventiva? Non direi. A.Huxley scriveva negli anni ’30, quando la manipolazione genetica era ancora del mondo dei sogni, e le droghe non si vendevano certo all’uscita delle scuole.

  17. Huxley e Orwell: quale distopia per noi?
  18. Un paragone tra le distopie immaginate da Orwell ed Huxley s'impone. Non sono certo la prima a tentarlo, ma non ho trovato, in Italiano, fonti attendibili. In Inglese c'è da leggere per dei mesi, ma alla fine ho preferito essere temeraria, usando solo poche notizie sulle loro vite.

  19. Le Meraviglie del 2000, di Emilio Salgari
  20. Abbandoniamo per un poco le distopie, molto frequenti nella Fantascienza, per trovare qualcuno che ci dimostra fiducia nel futuro e riesce ad immaginare delle vere "Meraviglie", alcune delle quali si sono anche avverate.

  21. La Macchina del Tempo, di Herbert George Wells
  22. Costruito tramite monologhi che si alternano, il romanzo è un vero capolavoro di arte narrativa, per chiunque ami i grandi classici, a dispetto della banalità moderna. La pagina puramente ed esclusivamente scientifica, in cui H.G.Wells descrive la sua teoria dell’universo, anzi della GEOMETRIA a quattro dimensioni, è straordinaria. Mancano le formule, ovviamente, ma i principi su cui è formulata sono assolutamente CORRETTI. Sarà vent’anni dopo, nel 1915, che Albert Einstein proporrà la sua teoria della Relatività Generale (il fondamento della fisica moderna), che descriverà scientificamente le proprietà dello spazio-tempo a 4 dimensioni

  23. Fahrenheit 451, di Ray Bradbury
  24. Il più attuale, il più infido, il più sinistramente pericoloso di tutti i libri con una Fantascienza distopica. Perché non mette paura, insinua. Un dubbio latente, a cui rispondiamo quasi convinti: “No, non siamo così!!”. Invece, camminiamo sul filo del rasoio.

  25. La Guerra dei Mondi, di Herbert George Wells
  26. Il romanzo di Herbert George Wells, La Guerra dei Mondi fu sbalzato nel cuore del XX secolo da un suo quasi omonimo, Orson Welles, attore e regista, che (per scherzo) lesse alla radio americana alcune pagine del romanzo, fingendo che fossero vere: il panico dilagò per tutti gli U.S.A., e furono necessarie non una, ma più rettifiche, per convincere gli Americani che si trattava di una finzione.

  27. Cronache Marziane, di Ray Bradbury
  28. In 28 racconti, Ray Bradbury racconta la conquista del pianeta Marte da parte dei Terrestri, in una narrazione dove la parte filosofica e onirica è più che importante. Ridurlo a un gioco di astronavi e combattimenti significherebbe stravolgerlo.

  29. Il mondo di Stargate / 1
  30. Stargate è un film dell'ormai lontano 1994, diretto e scritto da Roland Emmerich. I protagonisti sono il già citato Col. O'Neill (interpretato però da Kurt Russel) e un archeologo, il dott Daniel Jackson (James Spader).

  31. Il mondo di Stargate / 2
  32. Secondo articolo dedicato al Mondo di Stargate, con un riassunto finale di tutte le produzioni.

  33. Jules Verne /1
  34. Certo, non poteva mancare: il Mitico, Ineguagliabile, Insuperabile, Irraggiungibile Grande Maestro della FantaScienza: Jules Verne.

  35. Jules Verne /2
  36. Invenzioni grandiose portano a conoscere un mondo quasi realmente esistito, non nel sotterraneo, ma letteralmente indietro nel tempo. E' Viaggio al centro della terra, di Jules Verne.

 

VAI AL BLOG

 

 

Rosella Rapa (classe 1959) è nata a Torino. Si è laureata in Cosmo-Geo-Fisica, scrive e disegna fin da bambina. Collabora con Letteratour dal 2001, quando uscì il suo libro Draghi & Computer (sette racconti fantasy). Si interessa di Matematica, Letteratura e Storia Europea, vecchi Film e Serial impegnati. Le piace viaggiare, soprattutto nell'Europa del Nord, per vedere con i propri occhi paesaggi, arte e persone. Un po' estrosa, non ama pregiudizi e preconcetti.

     

  Riparti sicuro!

Grazie per contribuire anche tu a preservare la nostra salute e quella dei nostri cari. Ricorda di:

  • Lavare spesso le mani
  • Indossare una mascherina quando esci
  • Mantenere le distanze

A tutti un grande abbraccio!
Entra nel canale Telegram di Letteratour: clicca qui






Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina




Entra nel canale Telegram di Letteratour: clicca qui


I NOSTRI SPECIALI

Storia del Fantasy

di Rosella Rapa

 

Pillole di Fantascienza

di Rosella Rapa

 

Arthur Rimbaud

di Elio Ria

 

Dante Alighieri

di Elio Ria

 

Balcanica

di Anna Lattanzi

 

Letture stravaganti

di Tiziano Gorini

 

I nostri blogger


Rosario Frasca
VAI AL BLOG

Elio Ria
VAI AL BLOG

Anna Stella Scerbo
VAI AL BLOG

Rosella Rapa
VAI AL BLOG

Anna Lattanzi
VAI AL BLOG



www.letteratour.it