Speciale bambini
  Con la gentilissima collaborazione dell'ins. Lucia Cordaro e della sua classe elementare (Pisa, scuola Oberdan)
   
Ti trovi in: HOME | letteratura in classe

Alla scoperta di Metafora e Similitudine
 

La metafora

La metafora è un'IMMAGINE, che troviamo spesso nelle poesie. Per rendere accessibile questo concetto ai bambini, si può dir loro che essa "ci fa capire il significato di quello che si vuole dire senza specificarlo", come ad esempio in queste espressioni:

- un passerotto nella neve

- sei di coccio

- sei un leone

Un modo interessante e diretto di far passare questo concetto è quello di verificare le diverse sensazioni (gioia, dolore, paura, felicità, ecc.) provate utilizzando immagini diverse in uno stesso contesto:

Voli, scoppi, urli, grida nell'aria!
Rosso sulle strade.
Il mio cuore scoppia!
Voli, scoppi, urli, grida nell'aria!
Rosso sulle strade.
Il mio cuore si spezza!

Questi due testi sono quasi identici, eppure danno sensazioni opposte. Il significato che trasmettono è tutto veicolato da parole-chiave come "scoppia" e "si spezza", che specificano l'interpretazione di una stessa immagine visiva e sonora. Ciò è evidente anche attraverso i titoli che i bambini sono stati naturalmente portati ad esprimere per ogni brano. Al primo, sono stati dati questi possibili titoli:

FELICITÀ
ESTATE
TRAMONTO

Al secondo invece sono stati dati questi altri:

TRISTEZZA
GUERRA
INCIDENTE STRADALE

Un elemento caratterizzante la metafora, soprattutto in poesia, è la capacità di veicolare interi moti d'animo attrverso immagini spesso brevi e immediate, come negli esempi sopra riportati. Per chiarire meglio questa caratteristica può essere fatto un parallelismo interessante con gli HAIKU, la classica poesia giapponese dalle tradizioni antichissime: secondo Barthes lo haiku non descrive, ma si limita ad immortalare un'apparizione, a fotografare un attimo ed è per questo che tra le sue peculiari caratteristiche troviamo la brevità, la leggerezza e l'apparente assenza di emozioni.

La similitudine

La similitudine non è un'immagine, ma un'ESPRESSIONE, che ci permette di dare ad una persona, a un animale o a una cosa le "qualità" che appartengono ad altri:

- Maria è bella come un fiore

- il cane del poliziotto è intelligente come un uomo

- il mio cuore sembra una casa

Questo tipo di espressione si caratterizza per la presenza della parola "come" o del verbo "sembrare", che riprendono le qualità da trasportare da un primo contesto a un secondo contesto.

------------------------
Metafora e similitudine sono tra le più importanti figure retoriche di significato. Cfr. il Dizionario retorico.

Diritti dei bambini:
Uno spazio di informazione e riflessione sui problemi che i bambini possono incontrare nel mondo degli adulti. Perché l'indifferenza verso il mondo infantile può derivare solo da una società senza cultura e senza amore. Perché, come diceva Sartre, una realtà esiste nelle coscienze solo se se ne parla.