Letteratour
www.letteratour.it
STRUMENTI

Caro Babbo Natale...
Il diritto di essere bambini

Nella categoria: HOME | Letteratura in classe

Essere bambini significa molte cose. Tra le tante, significa anche essere più piccoli, più curiosi, più ingenui, più aperti, più... "meravigliabili": in altre parole, credere in Babbo Natale. Il diritto di essere bambini è anche diritto al gioco e alla fantasia, due elementi fondamentali per la crescita.

Ascoltiamo questi bambini di sette anni parlare con Babbo Natale come fosse il loro amico e, in questo difficile Natale di guerra e terrorismo, chiedere non solo giocattoli ma anche tanta pace e felicità per tutto il mondo e per i suoi bambini.

...Buon Natale!

Caro babbo Natale...

"...io vorrei tanto volare sulla tua slitta e fare felici i bimbi con te. Vorrei stare con te e fabbricare giochi per tutti i bimbi" (Jessica)

"...io ti voglio tanto bene e vorrei invitarti a casa mia ma non puoi venire" (Mattia)

"...vorrei andare nel Polo Nord così non faresti fatica per venire caro Babbo Natale " (Matteo di P.)

Questo disegno è stato realizzato da Alice

"...vorrei che gli uomini smettessero di cacciare questi 8 animali: il lupo, le belughe, la balenottera azzurra, l'orca, l'orso, l'antilope, il falco, lo stambecco"
(Jacopo)

"...vorrei che tu portassi la pace in tutto il mondo, ad esempio in Pakistan. Io ho i nonni nelle Filippine, abitano su un vulcano spento" (Francesco)

"...sono Costantino che ti dico ma a te non portano doni?" (Costantino)

"...vorrei che ai bambini poveri potessi portare dei regali per non farli dispiacere perché solo a noi ce li dai?" (Martina)

"...vorrei che portassi i doni anche ai bambini poveri, porta loro pane, acqua, carote e le posate e che facessi smettere le malattie portando delle medicine" (Emre)

"...ti voglio bene però te mi devi promettere che porterai i regali ai bambini poveri" (Linda)

"...a te ti fanno dei regali? Senti Babbo Natale puoi portare dei regali ai poveri così non saranno più poveri" (Matteo R.)

"...perché non ti fai mai vedere? Ma tu dove vivi che io non lo so e poi come fanno le renne a volare con la slitta non hanno nemmeno le ali e poi sei molto molto grande" (Andrea C.)

"...ero emozionata quando mettevo le palline colorate di tutti i tipi sull'albero e quando abbiamo fatto il presepe io ho messo l'angelo che aveva un foglio dove c'era scritto Gloria nell'alto dei cieli" (Erica)

"...come stai? Stai bene o male se stai male ti vengo ad aiutare. (...) Quando puoi per lavoro ti potrò vedere da qualche parte?" (Alessia)

"...i cacciatori non devono più ammazzare gli uccellini i pettirossi, i piccioni eccetera perché non gli fanno niente. I ladri devono smettere di rubare nelle ville, e nelle case piccoline" (Matteo V.)

"...io vorrei la pace nel mondo (...) e anche dei giocattoli, e dei vestiti ai bambini poveri che non hanno nulla e non hanno neanche i genitori che li aiutano a vivere in pace" (Vittorio)

"...vorrei che le torri gemelle si ricostruissero e tutti gli uomini morti ritornassero sulla terra. Poi la maestra vorrebbe che noi stiamo più buoni" (Matteo P.)

"...dai tanta pace per avere il tempo di curarsi, nutrirsi e riposarsi e non fare più [la guerra]" (Alice)

"...ti volevo dire che a Natale non c'è bisogno che tu porti i doni agli animalini che conosco perché ieri avevo passato tanto tempo par farglieli io" (Giulia)

"...io ti preparerò i biscotti e ci sono di tutti i gusti. Io vorrei vedere la mia bisnonna e i miei nonni" (Federico)

"...io ho scoperto che il Natale è la festa della felicità. Perché è nato Gesù. Io vorrei che tutti stessero in pace per l'eternità" (Andrea De V.)

Era assente: Shayan




Iscriviti alla Newsletter
Leggi le nostre Politiche sulla Privacy








Leggi anche:


Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina
www.letteratour.it

 

HOME   Scrivici   Vuoi collaborare?   Redazione   Hanno detto di noi   Copyright e Privacy
© 2001-2017  www.letteratour.it
Sito realizzato con passione da SPC GROUP