Letteratour

www.letteratour.it ARTICOLO

Incontro con Marco Grosse

Nella categoria: HOME | Incontri d'autore

Letteratour è lieta di presentare ai propri utenti uno scrittore emergente, ma già capace di intrecciare una narrativa attentamente costruita e originale, dall'indubbio fascino suggestivo.

Nato a Buenos Aires nel 1974, figlio di un diplomatico tedesco e di madre italiana, Marco ha viaggiato fin da bambino grazie ai trasferimenti del padre, venendo a contatto con paesi e culture molto differenti tra loro.
Ha trascorso l'infanzia tra Argentina, Canada e Italia per trasferirsi in Egitto, al Cairo, dal 1981 al 1988, e successivamente in Germania. Ha studiato Giurisprudenza e sta proseguendo gli studi in Mediazione Linguistica e Culturale.
Attualmente risiede a Milano, dove ha in progetto la pubblicazione di un secondo libro, in lingua tedesca.

La raccolta di racconti "I Giardini imperiali" è stata pubblicata nell'Aprile 2006 presso l'editore De Ferrari.

> Per contattare l'autore

«"Guardi qua", mi richiamò il mendicante, appoggiandosi con una mano ad una colonna verticale di legno intarsiato. "È l'unico oggetto conservato, a parte le rose. Il giardino imperiale, era proprio qui!". Mi avvicinai alla colonna e osservai gli intarsi, linee che finivano in curve, disegni che si ripetevano, ma nessuno era identico a quello che gli stava accanto, di sopra o di sotto. Ognuno singolo, come un'infinità di destini diversi.»

"I giardini imperiali" è una selezione di racconti ispirati da una vita trascorsa in viaggio il cui risultato principale è una profonda capacità di osservazione ed interiorizzazione dei luoghi e della loro cultura. Le storie dall'autore non si limitano alla rappresentazione di microcosmi, ma racchiudono, in modo universale e misterioso, le angosce dei nostri tempi e le afflizioni che possono riguardare qualsiasi sfera culturale in un mondo ormai globalizzato.
Così nella maggioranza dei racconti, in bilico tra realtà personale e universale, emerge un intreccio di problematiche che riguardano principalmente la realtà orientale e quella occidentale, come la ricerca della propria identità, ma anche i conflitti di culture.
Così la scrittura rispecchia un mondo estraniante, in cui lo sfaldarsi della società moderna si rispecchia nell'estrema eterogeneità degli argomenti e degli stili, uniti da conflitti inspiegabili e troppo grandi per l'individuo. È per questo che spesso alla fine di tanti racconti c'è la morte, la fuga o l'isolamento.

«Non è facile presentare con poche righe l’opera coraggiosa e innovativa di questo giovane scrittore, che si farà rispettare dai suoi lettori - se non per notorietà - sicuramente per l’indubbio fascino suggestivo e l’inaspettata originalità dei suoi racconti, armonicamente riuniti in questa raccolta, dal titolo “I giardini imperiali”.
Per chi non ne può più di letteratura trash e di gialli dell’ultima ora, ma non è nemmeno tipo da romanzi sentimentali, affreschi storici o epopee familiari…desidero segnalare quest’opportunità per scoprire un altro modo di impegnare la logica, l’intuito e la fantasia, ma anche per compiere un viaggio, dentro sé o anche fuori di sé, esattamente là dove i labirinti del nostro cuore convergono verso un luogo che è noto solo a noi stessi.
Nel rumore e nella frenesia della vita e dello stress di tutti i giorni questi piccoli capolavori di arte narrativa, brevi e intensi come certe folate di profumi improvvisi che ci riportano ai luoghi remoti delle nostre origini, vi regaleranno un “giardino segreto” in cui sommergervi, perdervi, ritrovarvi, adombrarvi o illuminarvi, indisturbati, al riparo da luoghi comuni o sguardi indiscreti»

(Josefin Frangione, Università di Milano)

torna su

Il libro

Marco Grosse, I Giardini imperiali
Editore: De Ferrari, Genova
Pagine: 142
Anno: 2006
ISBN: 88-7172-736-3
Prezzo: euro 12,00


Iscriviti alla Newsletter
Leggi le nostre Politiche sulla Privacy








Leggi anche:


Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina



I nostri blogger


Rosario Frasca
VAI AL BLOG

Elio Ria
VAI AL BLOG

Anna Stella Scerbo
VAI AL BLOG

Rosella Rapa
VAI AL BLOG



www.letteratour.it