Letteratour

www.letteratour.it ARTICOLO

Melocium Lettere dal passato, di Chiara Guidarini

di Maria Laura Pitzalis

Nella categoria: HOME | Nuovi autori

 

Non so se le pagine di questo libro di Chiara Guidarini siano impregnate da qualche intruglio della “strega” Varina, uno dei personaggi di “Melocium – Lettere dal passato”. Fatto sta che una volta aperto il libro sono stata attratta e ipnotizzata dal racconto tanto da non riuscire a staccarmene e le 540 pagine sono state divorate in solo tre giorni! Questo grazie ad un romanzo godibile, ben articolato, dallo stile narrativo prettamente “guidarinesco”: frizzante, scorrevole, fluido, ironico ma nello stesso tempo preciso nella ricostruzione storica, accurato e attento nelle descrizioni degli usi e costumi del XIV secolo e in quello dei luoghi, superlativo nell’introspezione psicologica dei personaggi che mi porta a vivere con loro la passione, il dolore, la frustrazione, il desiderio di riscatto, la paura, la gioia, la speranza e la rinascita.

… Lui s’intendeva poco di politica, ma da quando era nato, Dalli e Fogliani erano eternamente in lotta per la contesa del castello. Così il borgo passava da un proprietario all’altro con la velocità di un respiro e a volte succedeva pure di non sapere chi fossero i padroni in quel momento. Si andava a protestare dai Fogliani e trovavi un Dalli.

L’autrice è riuscita ad amalgamare la parte storica con quella sentimentale, sociale e d’ambiente creando un romanzo che mi sorprende con “colpi di scena” che non mi aspetto, quasi a ricordare che non tutto è come sembra, non tutto è come appare: tutti i buoni non sono tutti buoni e non tutti i cattivi sono cattivi. E così, giostrando tra avvenimenti storici reali e romanzati, la storia si evolve con un crescendo rossiniano che mi conduce verso un finale adrenalinico che mi tiene con il fiato sospeso. Un finale che non è quello che avrei voluto ma che, ammetto, è un vero e proprio “coup de théâtre” della Guidarini.

Tutti i personaggi e non solo i protagonisti, mi hanno incantato e tutti, in modo diverso, hanno contribuito a regalarmi un affresco storico affascinante, coinvolgente ed emozionante.

… Luceia credi davvero che sia un gigante quello laggiù” Indicò il monte Cusna … “Certo. Il gigante addormentato. Un giorno si risveglierà.” La contessina la guardò. “… ma sai come è finito lassù?” … “ Credo che avesse smarrito una bambina o una pecora. Non trovandola, morì di dolore. E dalla lacrima, che scese dal suo occhio, nacque un fiume.” “Il Secchiello”, disse Bianca sorridendo.

Un romanzo d’Amore con l’A maiuscola: amore per le persone, per la natura, per l’onore, per il popolo ma soprattutto, in questo libro, c’è l’Amore dell’autrice per i suoi luoghi, per la sua Rocca e la sua storia. Ed è questo che fa di “Melocium” un vero libro di narrativa medioevale perché ha una valenza conoscitiva molto approfondita su un periodo non facile a causa dei continui cambiamenti di potere e alleanze.  Bravissima Chiara Guidarini per essersi destreggiata abilmente nel raccontarceli!

… Poi aveva raggiunto la bifora. E aveva osservato il Suismontium e la sottostante località di Bismantova, pensando a tutto quello che aveva lasciato indietro e a quello che invece sarebbe avvenuto. Il sole illuminava la sommità, Dio era felice. Dio era con lei, avrebbe mosso i suoi passi, le avrebbe insegnato a governare quelle genti che, come lei erano persone di montagna, semplici, umili, prodigiose.

Sinossi

 Melocium, 1373. Da sempre conteso tra i conti Dalli e Fogliani, il castello di Melozzo si trova a vivere un anno di pace sotto la reggenza di Bianca Maria Dalli. Giovane e austera, Bianca ha un solo desiderio: mantenere l'armonia nelle sue terre, da tempo tormentate dal passaggio di troppi padroni. Malgrado l'aiuto sgradito del fratellastro Lorenzo e le amorose intenzioni del picchiarino Niccolò, gli eventi della grande storia che si inerpicano oltre i placidi confini delle montagne reggiane indurrà i Fogliani a riscattare gli antichi possedimenti, e arrivare a Melozzo con l'intenzione di riprendere il castello. Bianca non ha scelta: deve proteggere il popolo, i territori accanto, le persone che ama.

  Riparti sicuro!

Grazie per contribuire anche tu a preservare la nostra salute e quella dei nostri cari. Ricorda di:

  • Lavare spesso le mani
  • Indossare una mascherina quando esci
  • Mantenere le distanze

A tutti un grande abbraccio!
Seguici sui nostri canali:  Telegram  |  Facebook  |  Instagram






Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina




Seguici sui nostri canali:  Telegram  |  Facebook  |  Instagram


I NOSTRI SPECIALI

Storia del Fantasy

di Rosella Rapa

 

Pillole di Fantascienza

di Rosella Rapa

 

Arthur Rimbaud

di Elio Ria

 

Dante Alighieri

di Elio Ria

 

Balcanica

di Anna Lattanzi

 

Letture stravaganti

di Tiziano Gorini

 

I nostri blogger


Rosario Frasca
VAI AL BLOG

Elio Ria
VAI AL BLOG

Anna Stella Scerbo
VAI AL BLOG

Rosella Rapa
VAI AL BLOG

Anna Lattanzi
VAI AL BLOG



www.letteratour.it