Letteratour

www.letteratour.it ARTICOLO

Mara. Una donna del Novecento, di Ritanna Armeni

di Nausicaa Baldasso

Nella categoria: HOME | Recensioni

 

Quando ripenso ai racconti di mia nonna mi chiedo come potesse essere la vita per le donne ai tempi del fascismo, quali siano state le verità e come la loro realtà fosse cambiata dal Risorgimento fino a Mussolini.
In fondo è una richiesta più che lecita, sono una donna e sapere come eravamo considerate in passato non è da dimenticare.
Leggendo questo magnifico romanzo intriso di storia mi sono completamente immedesimata nelle donne del fascio e ho avuto anche dei momenti di forte sentimentalismo e attaccamento alla Patria.
La narratrice protagonista, Mara, è una giovane donna che nasce in un’epoca speciale e travagliata in cui la figura della donna da sempre valutata come il prolungamento di quella maschile viene improvvisamente acclamata come fondamentale per la rinascita della Patria Italiana, essenziale come la Mater divina, il cui dio era a quel tempo il Duce.
Duce venerato come un’icona sacra e presente con sguardo benevolo in tutte le case.

La vita di Mara dapprima si svolge nel più totale fermento per poi tramutarsi in una costante e lenta conoscenza della realtà.
Lei ci crede nella possibilità che le donne possano guidare la Patria, lei è convintissima che le riforme siano giuste perché lui ha fatto cose buone per le orfane, per le famiglie, per le scuole.
Ed in principio ci ho creduto anch’io.
Mi sono fatta trascinare e ho pensato di potermi fidare. In fondo dopo millenni di soprusi la donna ha un ruolo riconosciuto, è riconosciuta come persona!
Può permettersi di studiare, di portare divise corte, di fare educazione fisica persino agonistica!
Si, perché a noi oggi queste attività sembrano scontate, ma sono il frutto di sacrifici femminili.

Tutto procede secondo logiche quotidiane.
Mara scherza con l’amica Nadia. Partecipa agli incontri del doposcuola, frequenta le adunate in piazza, sogna di tagliarsi i capelli, indossare cappelli colorati e scrivere, soprattutto scrivere.
Ogni sera si ritrova ad ascoltare i gloriosi discorsi del Duce alla radio e ad acclamare le politiche del nuovo Impero Italiano: le conquiste in Etiopia e Abissinia. Faccetta nera.

La svolta arriva quando i vicini di Mara emigrano in Argentina, perché Ebrei, ed il padre muore.
Adesso lei si ritrova al suo posto. E deve necessariamente confrontarsi con un lavoro che non desiderava, abbandonando gli studi liceali.
Il suo nuovo impiego consiste nel fare la dattilografa, ma è al Ministero e qui si può incontrare il Duce.
Già il Duce. Peccato che proprio lì nel pulpito del Duce lei come donna è già tanto che venga salutata.
E allora iniziano a cambiare le cose.

Mara non è solo storia. Mara è cosa accadde.
Un romanzo crudo e più che mai concreto, cucito addosso alla sagoma delle donne del fascio.
Un insieme di contrasti che trasmettono ricchezza al lettore, affascinandolo.
Non manca anche l’amore, perché c’è anche quello. Forse un tema offuscato, perché Mara non è una sentimentale, lei è una coraggiosa, una temeraria.

Tra le pagine si respira la storia, la politica del Novecento, il razzismo, la colonizzazione, la paura e la sfida. Ho riscoperto poetesse e grandi nomi che avevo dimenticato, ho rivalutato con passione un lungo periodo Italiano.

 

Nausicaa Baldasso (04/05/1984) è laureata in Scienze sociali statistiche applicate. E' stata più volte finalista in vari concorsi e ha vinto il Premio Nazionale di Scrittura Creativa Piccola Giorgia Russo Una fiaba... è per sempre nel 2017.

  Riparti sicuro!

Grazie per contribuire anche tu a preservare la nostra salute e quella dei nostri cari. Ricorda di:

  • Lavare spesso le mani
  • Indossare una mascherina quando esci
  • Mantenere le distanze

A tutti un grande abbraccio!
Entra nel canale Telegram di Letteratour: clicca qui









Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina




Entra nel canale Telegram di Letteratour: clicca qui


Sezioni in primo piano

I nostri blogger


Rosario Frasca
VAI AL BLOG

Elio Ria
VAI AL BLOG

Anna Stella Scerbo
VAI AL BLOG

Rosella Rapa
VAI AL BLOG

Anna Lattanzi
VAI AL BLOG



www.letteratour.it