Letteratour
www.letteratour.it
STRUMENTI

Strumenti di analisi narrativa

di Antonella Benvegnù

Nella categoria: HOME | Strumenti di critica

 

Struttura

Parti costitutive del racconto (situazione iniziale, esordio, evoluzione della vicenda, scioglimento, situazione finale) ed argomento principale della storia (breve riassunto della trama con veloci cenni a personaggi, luogo/ambiente, tempo, narratore).

Tecniche narrative

Rapporto tra fabula e intreccio: coincidenza (ordine cronologico progressivo e lineare), sfasatura (rottura della sequenza logico-cronologica), rovesciamento (ordine regressivo); presentazione degli eventi: flash-back o analessi, prolessi, ellissi;

tipologia di inizio: incipit descrittivo, in media res, narrativo;

tipologia del finale: explicit con morale, tragico, aperto, narrativo, a sorpresa, tronco.

Articolazione interna del testo

Tipologia delle sequenze: narrative, descrittive, dialogate, riflessive, argomentative, esposotive, lirico-espressive costituenti il testo e sequenze prevalenti; ritmo della narrazione.

Sistema dei personaggi

Presentazione: personaggio presentato da: narratore, altro personaggio, sé;

caratterizzazione: diretta/indiretta; fisica, dati anagrafici, c. fisiognomica, psicologica e comportamentale, socio-economica, culturale, ideologica;

ruolo: personaggi principali, secondari, comparse;

funzione: protagonista, antagonista, oggetto, aiutante, oppositore, destinatore, destinatario.

Dimensione temporale

Periodo storico della vicenda narrata: indeterminato, chiaramente espresso, individuabile tramite elementi interni al testo: marche temporali precise (datazioni esplicite, riferimenti a personaggi realmente esistiti, descrizione di abitudini, modi di vivere propri di una certa epoca);

rapporto tra tempo della storia (durata reale) e tempo del racconto (durata narrativa): scena, ellissi, sommario, analisi, digressione;

distanza narrativa: tempo nel testo narrativo tra epoca dei fatti narrati ed epoca della narrazione.

Tempora verbali: tempi commentativi, narrativi; tempi di primo piano, sfondo.

Dimensione spaziale

Caratteristiche di luoghi geografici e ambienti (esterni/interni; spazi chiusi/aperti) in cui avvengono i fatti;

modalità di descrizione: descrizione sommaria, stereotipata, dettagliata; oggettiva/soggettiva;

funzionalità al testo: sfondo, interazione con vicenda, simbolo di un concetto o un'idea;

relazione con i personaggi: rivelazione del carattere e del modo di essere del personaggio; proiezione tangibile ed evidente di situazione emotiva del personaggio.

Narratore

Ruolo: narratore interno, esterno palese o esterno occulto; grado;

punto di vista: focalizzazione zero, interna, esterna; fissa, multipla/variabile;

Tecniche espressive

Registrazione delle parole dei personaggi: discorso diretto, indiretto, raccontato, indiretto libero;

registrazione dei pensieri dei personaggi: discorso diretto, indiretto, indiretto libero, monologo interiore, flusso di coscienza.

Lingua e stile

Forma: specifiche modalità stilistico-espressive scelte dall'autore: coerenti con la materia, funzionali agli effetti espressivi da trasmettere, funzionali a concetti e valori, proprie dell'autore;

lessico: individuazione delle principali aree semantiche vista la frequenza dei lemmi; tipologia del lessico più usato;

registro: aulico/solenne, formale, medio/comune, realistico/colloquiale;

struttura sintattica prevalente: ipotassi/paratassi; aggettivazione;

denotazione/connotazione; uso di figure retoriche.

Contenuti

Temi trattati e legame tra contenuto della narrazione e titolo;

contestualizzazione: relazioni tra testo e contesto storico-culturale in cui il testo è stato prodotto (eventi che hanno condizionato la genesi dell'opera);

rapporti extratestuali: relazioni tra testo letterario e realtà esterna (avvenimenti a cui l'opera eventualmente si riferisce);

rapporti intratestuali: relazioni (strutturali, tematiche, linguistiche, stilistiche) all'interno del testo, tra il testo e altre opere dello stesso autore; esterni: tra testo e tradizione letteraria (opere affini di altri autori della stessa epoca o di epoche diverse) per vedere la portata dell'opera nella tradizione letteraria e il suo valore innovativo.

Genere narrativo

Stabilire genere di narrazione (fantastica, fantascientifica, realistica, storica, giallo/horror, comico-umoristica, psicologica, …) grazie agli elementi emersi dall'analisi e dalle eventuali informazioni su opera e autore.

Scopo

Scopo per cui l'autore ha redatto il testo: informare, denunciare un problema/condizione, indurre alla riflessione, convincere di un'idea, divertire, emozionare, polemizzare;

Tema

Principali tematiche affrontate.

Messaggio

deducibile dalla lettura del testo.

Conclusioni

Sintesi delle considerazioni relative all'interpretazione-valutazione complessiva del testo.

torna su




Iscriviti alla Newsletter
Leggi le nostre Politiche sulla Privacy






Leggi anche:


Best-seller del mese su IBS


Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina
www.letteratour.it

 

HOME   Scrivici   Vuoi collaborare?   Redazione   Hanno detto di noi   Copyright e Privacy
© 2001-2017  www.letteratour.it
Sito realizzato con passione da SPC GROUP