Letteratour

www.letteratour.it STRUMENTI

Strumenti di analisi narrativa

di Antonella Benvegnù

Nella categoria: HOME | Strumenti di critica

In questo articolo sono presentati, divisi per categoria, tutti gli elementi da valutare per affrontarne nel modo più completo l'analisi di un testo.

Struttura

Parti costitutive del racconto (situazione iniziale, esordio, evoluzione della vicenda, scioglimento, situazione finale) ed argomento principale della storia (breve riassunto della trama con veloci cenni a personaggi, luogo/ambiente, tempo, narratore).

Tecniche narrative

Rapporto tra fabula e intreccio: coincidenza (ordine cronologico progressivo e lineare), sfasatura (rottura della sequenza logico-cronologica), rovesciamento (ordine regressivo); presentazione degli eventi: flash-back o analessi, prolessi, ellissi.

  • Tipologia di inizio: incipit descrittivo, in media res, narrativo
  • Tipologia del finale: explicit con morale, tragico, aperto, narrativo, a sorpresa, tronco

Articolazione interna del testo

Tipologia delle sequenze: narrative, descrittive, dialogate, riflessive, argomentative, esposotive, lirico-espressive costituenti il testo e sequenze prevalenti; ritmo della narrazione.

Sistema dei personaggi

  • Presentazione: personaggio presentato da: narratore, altro personaggio, sé
  • Caratterizzazione: diretta/indiretta; fisica, dati anagrafici, c. fisiognomica, psicologica e comportamentale, socio-economica, culturale, ideologica
  • Ruolo: personaggi principali, secondari, comparse
  • Funzione: protagonista, antagonista, oggetto, aiutante, oppositore, destinatore, destinatario

Dimensione temporale

  • Periodo storico della vicenda narrata: indeterminato, chiaramente espresso, individuabile tramite elementi interni al testo: marche temporali precise (datazioni esplicite, riferimenti a personaggi realmente esistiti, descrizione di abitudini, modi di vivere propri di una certa epoca)
  • Rapporto tra tempo della storia (durata reale) e tempo del racconto (durata narrativa): scena, ellissi, sommario, analisi, digressione
  • Distanza narrativa: tempo nel testo narrativo tra epoca dei fatti narrati ed epoca della narrazione
  • Tempora verbali: tempi commentativi, narrativi; tempi di primo piano, sfondo

Vedi anche: Il tempo nella letteratura

Dimensione spaziale

  • Caratteristiche di luoghi geografici e ambienti (esterni/interni; spazi chiusi/aperti) in cui avvengono i fatti
  • Modalità di descrizione: descrizione sommaria, stereotipata, dettagliata; oggettiva/soggettiva
  • Funzionalità al testo: sfondo, interazione con vicenda, simbolo di un concetto o un'idea
  • Relazione con i personaggi: rivelazione del carattere e del modo di essere del personaggio; proiezione tangibile ed evidente di situazione emotiva del personaggio

Narratore

  • Ruolo: narratore interno, esterno palese o esterno occulto; grado
  • Punto di vista: focalizzazione zero, interna, esterna; fissa, multipla/variabile

Tecniche espressive

  • Registrazione delle parole dei personaggi: discorso diretto, indiretto, raccontato, indiretto libero
  • Registrazione dei pensieri dei personaggi: discorso diretto, indiretto, indiretto libero, monologo interiore, flusso di coscienza

Vedi anche: Narratore vs Personaggi

Lingua e stile

  • Forma: specifiche modalità stilistico-espressive scelte dall'autore: coerenti con la materia, funzionali agli effetti espressivi da trasmettere, funzionali a concetti e valori, proprie dell'autore
  • Lessico: individuazione delle principali aree semantiche vista la frequenza dei lemmi; tipologia del lessico più usato
  • Registro: aulico/solenne, formale, medio/comune, realistico/colloquiale
  • Struttura sintattica prevalente: ipotassi/paratassi; aggettivazione
  • Denotazione/connotazione; uso di figure retoriche

Vedi anche: Dizionario di figure retoriche

Contenuti

  • Temi trattati e legame tra contenuto della narrazione e titolo
  • Contestualizzazione: relazioni tra testo e contesto storico-culturale in cui il testo è stato prodotto (eventi che hanno condizionato la genesi dell'opera)
  • Rapporti extratestuali: relazioni tra testo letterario e realtà esterna (avvenimenti a cui l'opera eventualmente si riferisce)
  • Rapporti intratestuali: relazioni (strutturali, tematiche, linguistiche, stilistiche) all'interno del testo, tra il testo e altre opere dello stesso autore; esterni: tra testo e tradizione letteraria (opere affini di altri autori della stessa epoca o di epoche diverse) per vedere la portata dell'opera nella tradizione letteraria e il suo valore innovativo

Genere narrativo

Stabilire genere di narrazione (fantastica, fantascientifica, realistica, storica, giallo/horror, comico-umoristica, psicologica, …) grazie agli elementi emersi dall'analisi e dalle eventuali informazioni su opera e autore.

Vedi anche: I modi letterari

Scopo

Scopo per cui l'autore ha redatto il testo: informare, denunciare un problema/condizione, indurre alla riflessione, convincere di un'idea, divertire, emozionare, polemizzare.

Tema

Principali tematiche affrontate.

Messaggio

E' deducibile dalla lettura del testo.

Conclusioni

Sintesi delle considerazioni relative all'interpretazione-valutazione complessiva del testo.

torna su


Iscriviti alla Newsletter
Leggi le nostre Politiche sulla Privacy








Leggi anche:


Collabora!

Vuoi pubblicare un articolo o una recensione?
  Scopri come collaborare con noi


Condividi questa pagina




www.letteratour.it